Questo sito NON fa uso di cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici e di terze parti per garantire una miglior esperienza di navigazione.
Proseguendo nella navigazione del sito, si acconsente all'utilizzo degli stessi.

il cammino di Santiago
la via di Sigerico: da Canterbury alle Alpi
(a cura di Riccardo Latini)

Questa guida vuole colmare un vuoto ed è indirizzata a tutti coloro si metteranno in cammino sul percorso che Sigerico, arcivescovo di Canterbury, fece nel 990 per andare a Roma dal Papa e ricevere l’investitura ufficiale di primate della Chiesa Inglese.
Un percorso che, a torto o a ragione, oggi è diventato la Via Francigena Ufficiale, anche se le strade che conducevano a Roma prima e dopo di lui erano molte.

Qui troverete la proposta di un Cammino il più fedele possibile a quanto la storia ci ha tramandato, lo scarno diario che Sigerico tenne nel suo ritorno in Inghilterra dopo aver ricevuto l’investitura ufficiale dal Papa.
Un percorso il più diretto possibile, suddiviso in 38/39 tappe - 1 in Inghilterra, 28 in Francia e 9/10 in Svizzera - fino al Passo del San Bernardo che immette in Italia,
per un totale di poco più 1.000 km.

vai alla guida: >>>

 


Sigerico e il suo percorso

Si hanno poche notizie di Sigerico (Sigeric), l’arcivescovo sassone che nel 990 si recò a Roma  per ricevere, come era in uso  in quel tempo,  da Papa Giovanni XV il pallium, un semplice mantello di lana bordato di nero e con una gran croce al centro, ma che ne sanciva l’investiture ufficiale di primate della Chiesa in Inghilterra. Come tutti i prelati di alto rango doveva essere uomo colto e amante dei libri in quanto ne raccolse in notevole quantità e che alla sua morte lasciò in eredità alla Cattedrale di Canterbury.

Dalle scarne notizie che si sono pervenute dalla Cronache Anglosassoni si legge che:
 "Nell'anno 990 Sigerico fu consacrato arcivescovo; nello stesso anno, si recò a Roma per il pallio".

Cinque anni dopo il suo viaggio a Roma: "Nell'anno 995 comparve la stella chiamata 'cometa' e l'arcivescovo Sigeric trapassò; Aelfric, vescovo del Wiltshire fu scelto a succedergli".

Partito da Canterbury e attraversato il Canale della Manica a Dover (Dubris) approda in continente al porto di Sumeran, nei pressi dell’odierna Wissant, e percorre la via più veloce che segue la naturale direttrice che attraversa oggi le moderne città di  Arras, Reims, Laon, Chalons en Champagne, Langres,  Besançon; supera i monti del Giura e scende verso il lago di Losanna, attraversandone la città di Losanna e Montreux, seguendo il suo lungolago fino a Vevey e poi da Villeneuve si immette nella valle del fiume Rodano che conduce ai quasi 2.500 m del passo montano che in seguito prenderà il nome di Gran San Bernardo, per entrare in Italia.
Sigerico, noto anche come il Serio, percorse le antiche strade consolari romane sopravvissute agli eventi della storia che erano ancora la via più diretta e frequentata per Roma, ma non ancora nota come Via Francigena, nome che le verrà dato solo qualche secolo più tardi.

E’ certo che il suo, oltre ad essere un viaggio ufficiale, era anche una opportunità per fare il pellegrinaggio, come i suoi predecessori, verso la tomba di Pietro, e perché lungo il percorso erano molte le città e monasteri dove probabilmente sostò diversi giorni per vedere reliquie e pregare.

Considerando le condizioni delle strade del tempo e con un nutrito seguito di prelati, servitori e militari che ne garantivano la sicurezza, Sigerico, probabilmente a dorso di mulo, poteva percorrere tra i 20 e i 25 km al giorno. Il suo viaggio di andata e ritorno quindi durò con molta probabilità circa quattro mesi.

Dal breve scritto pervenutoci sembra che non restò a Roma a lungo perché, dopo essere stato ricevuto dal Papa, in un paio di giorni visita ben 23 chiese:

« Adventus archiespiscopi nostri Sigeric ad Romam: primitus ad limitem beati Petri apostolic : deinde ad Sanctam Mariarn scolarn Anglorum : ad Sanctum Lauren tium in craticula : ad Sanctum Valentinum in ponte Molui : ad Sanctam Agnes: ad Sanctum Laurentium foris murum : ad Sanctum Sebastianum : ad Sanctum Anasta sium : ad Sanctum Paulum : ad Sanctum Bonefatium : ad Sanctam Savinam : ad Sanctam Mariam scolam Graecarn : ad Sanctam Ceciliam : ad Sanctum Crisogo num : ad Sanctam Mariam Transtyberi : ad Sanctum Pancratium.
Deinde reversi sunt in domum.
Mane ad Sanctam Mariam rotundam : ad sanctos apostolos : ad Sanctus Johan nes in Laterane. Inde reficimus cum domini apostolico Johanno : deinde ad Jerusa lem : ad Sanctam Mariam majorem : ad Sanctum Petrum ad Vincula : ad Sanctum Laurentium ubi corpus ejus assatus fuit.


Manoscritto della British Library con la descrizione delle località indicate da Sigerico.

Subito dopo inizia il viaggio di ritorno “de Roma usque ad mare” di cui abbiamo l’elenco di 79 località precedute  da un numero latino.
In realtà la numerazione arriva fino a 80, ma della località 79 non è indicato il nome, probabilmente la mano a noi ignota che ha redatto quell’elenco ha dimenticato di trascriverla oppure ha sbagliato la numerazione.

(Elenco per comodità è stato suddiviso tra i moderni stati)

Italia
Iste sunt submansiones de Roma usque ad mare.
I Urbs Roma - II Johannis VIIII - III Bacane - IV  Suteria - V Furcari - VI Sce Valentine - VII Sce Flaviane - VIII Sca Cristina - IX Aquapendente - X Sce Petir in Pail - XI Abricula - XII Sce Quiric - XIII Turreiner - XIV Arbia - XV Seocine - XVI Burgenove - XVII Aelse - XVIII Sce Martin in Fosse - XIX Sce Gemiane - XX Sce Maria Glan - XXI Sce Peter Currant - XXII Sce Dionisii - XXIII Arne Blanca - XXIII Aqua Nigra - XXV Forcri - XXVI Luca - XXVII Campmaior - XXVIII Luna - XXIX Sce Stephane - XXX Aguilla - XXXI Puntremel - XXXII Sce Benedicte - XXXIII Sce Moderanne - XXXIV Phi lemangenur - XXXV Metane - XXXVI Sce Domnine - XXXVII Floricum - XXXVIII Placentia - XXXIX Sce Andrea - XL Sce Cristine - XLI Pamphica - XLII Tremel - XLIII Vercel - XLIV Sca Agath -XLV Everi - XLVI Publei - XLVII Agusta - XLVIII Sce Remei.

Svizzera
XLIX Petrecastel - L Ursiores - LI Sce Maurici - LII Burbulei - LIII Vivaec - LIV Losanna - LV Urba - LVI Antifern.

Francia
LVII Punterlin - LVIII Nos - LIX Bysiceon - LX Cuscei - LXI Sefui - LXII Grenant - LXIII Oisma - LXIV Blaecuile - LXV Bar - LXVI Breone - LXVII Domaniant - LXVIII Funtaine - LXIX Chateluns - LXX Rems - LXXI Corbunei - LXXII Mundlothuin - LXXIII Martinwaeth - LXXIV Duin - LXXV Atherats - LXXVI Bruwaei - LXXVII Teranburh - LXXVIII Gisne - LXXIX (non è indicata) - LXXX Sumeran».

Inghilterra
Nel testo che ci è pervenuto non sono indicate le tappe dalla sbarco sulla costa Inglese a Canterbury e che con molta probabilità dovevano essere state almeno due considerando la distanza da Douvres (Dover) a Cantorbéry (Canterbury).

Oggi, grazie alle ricerche dello storico inglese Stubbs, ogni località di Sigerico è stata identificata con sufficiente certezza. Rimane aperta la discussione per la località di Antifern che Stubbs identificò in Yerdon les Bains (la Eburodunum romana, importante città all’incrocio con altre vie) sul lago di Neuchatel in Svizzera.
Altri storici invece indicano un’altra località, forse la moderna Juogne, sulla strada di un altro antico tracciato romano lungo la valle di Vallorbe in Francia.

Delle settantanove località dell’itinerario sigericiano molte sono città piccole o grandi che ritroviamo anche oggi, altre invece sono solo un piccolo nome su una carta geografica che indica una antica chiesa con qualche casa attorno.

 

documentazione fotografica

 


Questo sito non ha fini di lucro e non fa uso di cookie di profilazione, ma è possiblile che utilizzi dei cookie tecnici e di terze parti per garantire una miglior esperienza di navigazione. Proseguendo nella navigazione del sito, si acconsente all'utilizzo degli stessi. I cookie sono minuscoli file che, a seconda del sito che si sta visitando, vengono memorizzati nel proprio computer dal programma di navigazione internet che si sta utilizzando (Chrome, FireFox, Internet Explorer, ecc.) e vi rimangono per un periodo di tempo indefinito. Ci˛ permette di salvare le impostazioni e preferenze e di conseguenza ricordare i dati di login per facilitare la ricerca. I cookie per˛, a tutela della propria PRIVACY, si possono cancellare e/o disabilitare seguendo le informazioni inserite nelle funzioni avanzate del programma (browser) utilizzato per navigare e fare le ricerche in internet. Tutti i loghi, nomi e marchi commerciali e le immagini riprodotte in questo sito sono dei rispettivi proprietari
> webmaster: Oriano Rinaldo - www.pellegrinibelluno.it <

web counter