Questo sito NON fa uso di cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici e di terze parti per garantire una miglior esperienza di navigazione.
Proseguendo nella navigazione del sito, si acconsente all'utilizzo degli stessi.

cammino di Santiago - guida on line
cammino di Santiago - guida on line del cammino francese
<-- direzione di marcia <-- verso Santiago - Guida on-line, edizione 2018 <--- <----- <--------
Tappa n° ...
Scarico Guida in formato .pdf (per stampa, tablet o Smartphone), clicca qui: >>>

24
Villafranca del Bierzo - O Cebreiro / km 28,4
.......................................... ....................................................................webcam >>>
<< tappa successiva --------------------------..........----------------------------------------------- tappa precedente >>

Oggi decisamente si sale con quasi 800 metri di dislivello. Si attraversa Villafranca lungo Calle del Agua e Calle del Ribadeo. Dove termina calle del Ribadeo e inizia calle Santa Catalina si gira a sinistra di 90 gradi per un vicolo stretto calle de la Cuesta de Zamora che ci porta al ponte sul rio Burbia. Prima di attraversare il ponte alla nostra destra troviamo il monumento al pellegrino.
Stiamo per entrare nel territorio della Comarca (Regione) de Os Ancares posta tra León y Galicia. E' una riserva naturale con un paesaggio montagnoso abitato da una popolazione di tradizioni e costumi più della Galizia che della Castiglia/León. Qui troviamo le "Pallozas" tipiche abitazione di pietra a pianta ellittica con tetto di paglia a forma di cono. Sono i segni lasciati in eredità da tribù preromane che abitavano queste terre.
Attraversato il ponte si presentano due opzioni:
- A destra il cammino sale in quota per per un percorso molto duro, ma sicuramente più spettacolare per scendere poi e unirsi al cammino di fondo valle a Trabadelo.
- Sulla strada principale invece il cammino segue un percorso di fondo valle meno impegnativo e faticoso.
Di seguito decriviamo proprio questa soluzione.
Si procede lungo calle de la Concepción e calle Espíritu Santo. Per quest'ultima via si lascia Villafranca e seguiamo per 1 km il ciglio della strada che corre parallela al rio Valcarce alla nostra sinistra. Ad un certo punto in prossimità delle infrastrutture stradali della A-6 che passa sulla nostra testa e la strada statale N-VI, parte la corsia speciale dedicata ai pellegrini con il fondo dipinto di giallo e una protezione tipo "new Jersey" che la divide dalla carreggiata stradale. Su questa pista più volte passeremo sotto i viadotti dell'autostrada prima di arrivare a Pereje. Alla deviazione per Pereje dobbiamo attraversare la statale facendo attenzione al traffico e percorrendo un viale alberato con splendidi pioppi e grandi castagni entriamo in paese; il primo paese della giornata (percorsi 5,2km). Uscendo dal villaggio a sinistra troviamo l'albergue e poco dopo riattraversimo la statale N-VI per riprendere la pista "gialla". A 1,6km più avanti troviamo un'area di sosta e da qui dopo un altro Km abbondante attraversiamo nuovamente la statale per prendere la deviazione per Trabadelo (percorsi 9,7km). Il paese è attrezzato per accogliere i pellegrini sia come albergue che bar.
. Al centro del paese il cammino si ricongiunge con il percorso "alto" eventualmente preso all'uscita da Villafranca del Bierzo. Lasciamo Trabadelo e per oltre 1,5 km il cammino prosegue su una pista asfaltata sopra la strada statale N-VI. Superato un rio affluente del rio Valcarce si ritorna nella corsia gialla dei pellegrini ricavata sulla statale e si arriva a La Portela de Valcarce (percorsi 13,7km). Si esce dal paese percorrendo un tratto della statale, prendiamo la deviazione per Ambasmestas e Vega de Valcarce. In entrambe le località troviamo albergue, bar e taverne per i pellegrini. Sulla cima del colle di fronte a Vega d Valcarce, spiccano le rovine del castillo de Sarracín del XV secolo sorto su una fortificazione precedente presidiata da cavalieri templari. Sempre a Vega de Valcarce c'è iglesia de la Magdalena protettrice dei peccatori e penitenti del cammino. Per la vecchia strada parallela alla N-VI ci dirigiamo verso Ruitelán. Alle pendici del monte fuori dal paese, si trova la capilla de San Froilán dove la leggenda narra visse nell'833/905 un eremita che addomesticò un lupo che lo attaccò. Successivamente l'eremita divenne vescovo di León e ora è il Patrono di Lugo. Da qui la strada comincia a salire con più pendenza, ma è solo un assaggio di quello che ci aspetta dopo. Più avanti arriviamo a Las Herrerías (percorsi 20,1km) che deve il suo nome alla presenza di ben 4 ferriere che lavoravano il ferro e altri metalli. Nella Casa do Ferreiro si può vedere un'antica fucina restaurata. Poco più avanti troviamo il barrio de Hospital che deve il suo nome alla presenza di un antico hospital inglese per i pellegrini già presente nel 1178. Da qui comincia la vera ascesa a O Cebreiro. Una dura salita per asfalto di quasi 1 km ci invita a moderare il passo e dosare le forze. E' in situazioni come questa che il peso della "muchila" (zaino) gioca una carta determinante. In piena salita dobbiamo prestare attenzione a prendere il sentiero che parte alla sinistra della strada asfaltata. Il sentiero è buono inizialmente tranquillo per poi cominciare ad inerpicarsi tra querce e castagni fino ad arrivare al villaggio de La Faba (percorsi 23,5Km). Dopo questo paese il sentiero esce dall'ombra degli alberi per salire lungo un terreno aperto da cui si può ammirare il panorama circostante. Si arriva a Laguna de Castilla l'utimo dei villaggio della provincia di León che si incontra nel cammino. Si entra in Galizia come indica una grande pietra di confine posta sul sentiero, spesso imbrattata con scritte secessioniste. Da qui lungo il cammino, ogni 0,5 km troviamo un cippo di pietra che fa la conta alla rovescia dei chilometri mancanti fino a Santiago e il primo riporta 152,5. Sono le ultime fatiche di questa che è una delle tappe più temute del cammino che si conclude con l'arrivo alla chiesa romanica di Santa María la Real. L'abergue si trova alla estremità opposta del piccolo ma curatissimo abitato (percorsi 28,4km). Le origini di O Cebreiro risalgono ad epoca preromana. E' da sempre la porta d'ingresso in Galizia attraverso la provincia di Lugo. L'antico villaggio di montagna con le tipiche "pallozas" e case di pietra, oggi è diventato un affermato centro turistico, come testimoniano i negozi di souvenir, bar e case ben ristrutturate. La chiesetta di Santa María la Real del IX / X secolo conserva al suo interno alla destra dell'altare maggiore la cappella del Santo Milagro dove oltre al calice del Santo Gral nel quale secondo la tradizione si raccolse il sangue dell'ostia trasformatasi in corpo di Cristo, c'è anche una raffigurazione della Virgen de los Remedios (Santa Maria la Real). Nell'altare è sepolto don Elías Valiña parroco di O Cebreiro fino al 1989 che oltre a essere un promotore del recupero del cammino di Santiago, fu il creatore della "flecha amarilla" la freccia gialla fedele compagna di cammino di tutti i pellegrini di Santiago.

Elenco Albergue della tappa

clicca su ciascun albergue indicato sotto e apri la relativa scheda descrittiva.

  1. Albergue de Pereje. Pereje
  2. Albergue Lamas. Pradela
  3. Hotel Rual Nova Ruta. Trabadelo
  4. Albergue Crispeta. Trabadelo
  5. Albergue de Trabadelo. Trabadelo
  6. Albergue Camino y Leyenda. Trabadelo
  7. Albergue Parroquial de Trabadelo. Trabadelo
  8. Albergue Casa Susi. Trabadelo
  9. Albergue El Peregrino. La Portela de Valcarce
  10. Albergue Casa del Pescador. Ambasmestas
  11. Albergue Das Animas. Ambasmestas
  12. Albergue Camynos. Ambasmestas
  13. El Rincón del Apóstol. Ambamesetas
  14. Albergue do Brasil El Roble. Vega de Valcarce
  15. Albergue Sarracín. Vega de Valcarce
  16. Albergue de Vega de Valcarce. Vega de Valcarce
  17. Albergue Santa María Magdalena. Vega de Valcarce
  18. Albergue El Paso. Vega de Valcarce (León)
  19. Albergue Virgin de la Encina. Vega de Valcarce
  20. Refugio Pequeño Potala. Ruitelán
  21. Albergue Las Herrerías. Las Herrerías
  22. Albergue Casa Lixa. Las Herrerías de Valcarce
  23. Albergue de la Faba. La Faba
  24. Albergue El Refugio - Asociación Caminarte. La Faba
  25. Albergue La Escuela. Laguna de Castilla
  26. Albergue de O Cebreiro. O Cebreiro
informazioni dal sito spagnolo - www.caminodesantiago.consumer.es/

Questo sito non ha fini di lucro e non fa uso di cookie di profilazione, ma è possiblile che utilizzi dei cookie tecnici e di terze parti per garantire una miglior esperienza di navigazione. Proseguendo nella navigazione del sito, si acconsente all'utilizzo degli stessi. I cookie sono minuscoli file che, a seconda del sito che si sta visitando, vengono memorizzati nel proprio computer dal programma di navigazione internet che si sta utilizzando (Chrome, FireFox, Internet Explorer, ecc.) e vi rimangono per un periodo di tempo indefinito. Ciò permette di salvare le impostazioni e preferenze e di conseguenza ricordare i dati di login per facilitare la ricerca. I cookie però, a tutela della propria PRIVACY, si possono cancellare e/o disabilitare seguendo le informazioni inserite nelle funzioni avanzate del programma (browser) utilizzato per navigare e fare le ricerche in internet. Tutti i loghi, nomi e marchi commerciali e le immagini riprodotte in questo sito sono dei rispettivi proprietari
> webmaster: Oriano Rinaldo - www.pellegrinibelluno.it <

web counter