Questo sito NON fa uso di cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici e di terze parti per garantire una miglior esperienza di navigazione.
Proseguendo nella navigazione del sito, si acconsente all'utilizzo degli stessi.

cammino di Santiago - guida on line
cammino di Santiago - guida on line del cammino francese
<-- direzione di marcia <-- verso Santiago - Guida on-line, edizione 2018 <--- <----- <--------
Tappa n° ...
Scarico Guida in formato .pdf (per stampa, tablet o Smartphone), clicca qui: >>>

20
San Martín del Camino - Astorga / km 24,2
(Villar de Mazarife - Astorga / Km 30,9)
<< tappa successiva --------------------------..........----------------------------------------------- tappa precedente >>

I due percorsi (Villar de Mazarife o San Martino del Camino) si ricongiungono a Orbigo.

Itinerario A
: da San Martin del Camino.
Si esce da san Martino passando il ponte sul canale del Páramo e dopo aver girato a destra/sinistra prendiamo un tracciato ghiaioso che viaggia parallelo alla statale N-120. Campi di mais e piccole coltivazioni di ortaggi si estendono alla nostra destra. A tre km dalla partenza superiamo l'incrocio con la strada per Villavante e dopo un altro km e poco più, passiamo sopra il piccolo sbarramento canal de la presa Cerrajera che serve da chiusa per le irrigazioni dei campi. Due km dopo, in prossimità della zona industriale, deviamo sulla destra rispetto alla N-120 e poco più avanti, all'altezza di un serbatoio d'acqua, ci si ricongiunge con il cammino di chi arriva da Villar de Mazarife.

Itinerario B: da Villar de Mazarife
Si esce da Villar lungo una strada asfaltata dritta, dritta e sotto il sole (se non piove …) per 6 km circa fino ad incrociare all’altezza di La Milla del Páramo il canale del Páramo. Comincia un tratto di strada bianca di campagna. Attraversiamo il ponte sul canale e dopo 3,7 km lungo tale stradina, entriamo a Villavante. Attraversiamo il paese e poi girando verso sinistra si cammina per circa 0,5 Km paralleli alla ferrovia. Dopo appunto 0,5 Km giriamo verso destra per superare i binari e proseguiamo lungo una strada di campagna che ci porta ad incrociare la Autopista Leon-Astorga AP-71. Si attraversa l'autostrada passando sul cavalcavia della Regionale CL-621 che percorriamo per circa 0,8 km. Entriamo nella zona industriale/commerciale di Orbigo e si giunge davanti ad una rotonda. Passiamo dall'altra parte della rotonda per prendere la stradina di campagna che sta proprio di fronte a noi e proseguendo su questa dopo 300 m circa, all'altezza di un serbatoio d'acqua, ci si ricongiunge con il cammino che proviene da San Martino del Camino.

Di nuovo in insieme procediamo dritti fino ad attraversare lo stupendo Puente de Orbigo noto come il Puente del passo Honroso (del passaggio d'onore). Costruito nel XIV secolo deve questo suo nome ad un celebre evento storico avvenuto nel 1434 che vide protagonista il giovane cavaliere Suero de Quiñones il quale organizzò un torneo d'armi sfidando tutti i cavalieri che volevano passare il ponte. Tutto questo per catturare il cuore di una giovane dama che di lui non non se ne importava nulla. Il torneo durò per tutto il mese di luglio e alla fine, uscito vincitore, il cavaliere portò in dono in pellegrinaggio a Santiago una cinta azzurra che apparteneva alla sua amata. Se dopo questa storia il giovane avesse conquistato il cuore della dama ... non ci è dato a saperlo!
Il ponte attraversa il río Órbigo e nelle sue acque vivono la trota comune e la trota Fario (Salmo trutta fario) che è l'ingrediente principale del piatto tipico la "sopa" che si prepara all'Hospital de Orbigo. Attraversiamo il centro lungo la calle principale che neanche farlo a caso si chiama Calle del camino de Santiago e Camino de Jacobeo. All'uscita ci troviamo ad un incrocio con due possibilità di itinerario: il tracciato classico che sta diffronte a noi e che poi corre parallelo alla strada statale ormai straconosciuta N-120, oppure prendere a destra una variante che passa per Villares de Órbigo molto apprezzata dai pellegrini per il paesaggio agrario e l'ambiente molto rilassante. In entrambi i casi il cammino si ricongiunge a Santibáñez de Valdeiglesias. Da qui il cammino riparte nuovamente congiunto, per una pista larga e ciotolosa fino ad un allevamento di bestiame per continuare attraverso un paesaggio piacevole con coltivazioni di vario genere, vitigni, alberi di quercia, macchia tipica locale. Una tratto molto tranquillo lungo il quale per diverso tempo c'è stato il punto di ristoro/descanso di David Vidal, un pellegrino che "folgorato" dal cammino, da anni aveva trasformato un edificio rurale abbandonato nella sua dimora e in un luogo di condivisione e incontro per i pellegrini che di li passavano. Ora è chiuso. David ha preso un'altra strada ...
Proseguendo si arriva al suggestivo crucero de Santo Toribio, un eccelente punto panoramico che si apre sulle città di Justo de la Vega e Astorga. Scendiamo dal Crucero per una strada abbastanza ripida e polverosa (quando c'è il sole ...) ed entriamo a Justo de la Vega che attraversiamo lungo Calle Real. Al termine del centro abitato sulla destra riprendiamo una pista tra la vegetazione e i campi per 1,4 km. Al termine della pista si percorre a sinistra un tratto di asfalto (circa 200m) che porta davanti ad un grande sovrappasso ferroviario di colore verde che si percorre e si giunge ad una grande rotonda. Da li, lungo la Calle de la Puerta del Sol si entra nella città di Astorga meta della nostra tappa.
La città di Astorga vanta antiche origini romane quando era un accampamento militare durante le guerre cantabriche (29/19 a.c.) Deve comunque il suo sviluppo alla sua strategica posizione che permetteva il controllo sulle vie lungo le quali transitava l'oro delle miniere del nord.
Da vedere sono la cattedrale de Santa María del XV secolo e con una bella facciata plateresca. Il municipio di Astorga del 1675 con il caratteristico orologio le cui ore sono scandite da due automi Maragatos - Zancuda e Colasa. Il palazzo episcopale oggi museo del cammino, opera del geniale architteto Antonio Gaudí ideatore tra l'altro della "sagrada familia" a Barcellona. Le Mura di origine romane risalenti al III secolo e successivamente modificate nei secoli successivi.

Elenco Albergue della tappa

clicca su ciascun albergue indicato sotto e apri la relativa scheda descrittiva.

  1. Albergue Santa Lucía. Villavante (intinerario B)
  2. Casa de los Hidalgos. Hospital de Órbigo
  3. Albergue parroquial Karl Leisner. Hospital de Órbigo
  4. Albergue La Encina. Hospital de Órbigo
  5. Albergue San Miguel. Hospital de Órbigo
  6. Albergue Verde. Hospital de Órbigo
  7. Albergue de Villares de Órbigo. Villares de Órbigo
  8. Albergue El Encanto. Villares de Órbigo
  9. Albergue Parroquial Santibáñez Valdeiglesias. Santibáñez de Valdeiglesias
  10. Albergue Camino Francés. Santibáñez de Valdeiglesias
  11. Albergue de peregrinos Siervas de María. Astorga
  12. Albergue de Peregrinos San Javier. Astorga
  13. Albergue Só por Hoje. Astorga
informazioni dal sito spagnolo - www.caminodesantiago.consumer.es/

Questo sito non ha fini di lucro e non fa uso di cookie di profilazione, ma è possiblile che utilizzi dei cookie tecnici e di terze parti per garantire una miglior esperienza di navigazione. Proseguendo nella navigazione del sito, si acconsente all'utilizzo degli stessi. I cookie sono minuscoli file che, a seconda del sito che si sta visitando, vengono memorizzati nel proprio computer dal programma di navigazione internet che si sta utilizzando (Chrome, FireFox, Internet Explorer, ecc.) e vi rimangono per un periodo di tempo indefinito. Ciò permette di salvare le impostazioni e preferenze e di conseguenza ricordare i dati di login per facilitare la ricerca. I cookie però, a tutela della propria PRIVACY, si possono cancellare e/o disabilitare seguendo le informazioni inserite nelle funzioni avanzate del programma (browser) utilizzato per navigare e fare le ricerche in internet. Tutti i loghi, nomi e marchi commerciali e le immagini riprodotte in questo sito sono dei rispettivi proprietari
> webmaster: Oriano Rinaldo - www.pellegrinibelluno.it <

web counter