Questo sito NON fa uso di cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici e di terze parti per garantire una miglior esperienza di navigazione.
Proseguendo nella navigazione del sito, si acconsente all'utilizzo degli stessi.
Pellegrinibelluno.it partecipa alla
Raccolta fondi per il territorio bellunese
colpito dall'alluvione del
29 ottobre 2018.

Per partecipare alla raccolta >> clicca qui

il cammino di Santiago
il camminio di Santiago - filmati
in libreria - pubblicazioni
seleziona pagina
8
9
Per segnalare su questo sito, pubblicazioni interessanti sui cammini in generale (guide, racconti, raccolte fotografiche ecc.), cliccare su "contatti" e allegare alla mail una breve descrizione della pubblicazione ed eventuali riferimenti a siti internet.
Editoria libri
pag.7
copertina
tertwe- Maria Antonietta Nichele -
"Il mio cammino a Santiago. A Santiago voy peregrina soy"

Un'esperienza unica riportata in questo diario dove pensieri, riflessioni personali e incontri hanno riempito le giornate di cammino, dove il tempo, i silenzi il camminare spesso in solitudine e la natura intorno hanno arricchito l'anima e il cuore con la preghiera a guidare passi e meditazioni rendendo indimenticabile questo pellegrinaggio. Corredato di oltre 120 foto a colori che danno un'idea dei luoghi attraversati dai campi alle città, dai boschi alle mesetas, dalle curiosità ai luoghi di culto.
A Santiago voy peregrina soy ... nebbia, pioggia, sole o vento non fermeranno i pellegrini che, assetati di verità, sulla via delle stelle, cercheranno i segni della divina realtà.

Acquistabile in versione cartacea e/o ebook - Clicca qui: >>>

Poesie e pensieri ... in cammino.
Autore: Davide Bove
(nkn Davideadesso)

tertweDa sempre "innamorato" del cammino, Davide ha pubblicato in due raccolte i pensieri e le poesie nati dalle sue esperienze verso Santiago; con la sua compagna di vita e nell'utimo cammino, con i loro due amati figli.

- Poesie di un pellegrino (sulle vie per Santiago)
acquista: >>
A me piace pensare al cammino come fosse diviso in tre parti, anche per la conformazione fisica del percorso.
La prima parte può aiutare a svuotarsi e a staccare dalla quotidianità ; ti mette subito a dura prova con un nuovo modo di porsi con se stessi e con gli altri. Come se fossi una bottiglia , che prima del cammino è piena del frastuono del modo di vivere attuale ma che facilmente non rispecchia la tua vera natura. Partendo la svuoti piano piano.
La seconda parte, più piatta, da Burgos ad Astorga , può permettere di rimanere per un certo periodo senza troppi pensieri, né di meta né di come si è stati. Vi è la necessità di rimanere per un periodo Vuoti per prendere coscienza di se senza contaminazioni.
La terza parte , il camino de la vida, la Galizia, torna ad essere di nuovo verde e ricca d’acqua e può essere interpretata come un riempirsi di nuova vita, riempirsi di ciò che piace di se stessi e di ciò che il cammino ha reso visibile e insegnato.
Tornando a casa puoi essere più consapevole e cercare solo ciò che ritieni importante ...

- Verso il Cielo: ...sul cammino di Santiago - acquista: >>
Spero che ognuno arrivi ad avere gli occhi per guardare prima di ritenere che sia tardi per farlo, che le poesie stimolino quella parte che deve ricordare e prendere il coraggio di vivere di-Verso da ciò che non rende felice, che nulla è indispensabile se non andare Verso l’Amore.

- ENRICA MAMBRETTI -

"IN CAMMINO VERSO SANTIAGO"

Enrica Mambretti. - Il turista viaggia con lo scopo di “vedere” qualcosa, mentre il pellegrino con quello di “cercare” qualcosa.
Tuttavia ho il forte sospetto che quando si viaggia, ovunque si vada, è sempre la nostra anima che andiamo rincorrendo.
Enrica Mambretti riassume così lo spirito col quale decide di mettersi alla volta del Cammino di Santiago.
Molti dubbi sulla propria vita, non poche perplessità di fronte alla religione, un affezionatissimo gruppo di amiche che dall’Italia la sostengono giorno dopo giorno: con questo bagaglio l’autrice percorre più di 800 chilometri, in continuo dialogo con se stessa, col paesaggio che scorre davanti ai suoi occhi e con le persone che incontra lungo la strada.
Enrica Mambretti è una veterinaria che opera a Inverigo. In cammino verso Santiago è il suo primo romanzo.

 

 


PASO DOBLE - sul Cammino di Santiago

Enrica Mambretti torna a parlarci del Cammino di Santiago.
Dopo il suo primo viaggio, più intimo, che aveva affrontato alla ricerca di un nuovo equilibrio spirituale, calca nuovamente le strade assolate (questa volta partendo dal Portogallo) per arrivare a Santiago, ma con occhi diversi: è la ricerca dell’essere umano che la conduce lungo tutto il tragitto, spingendola a parlare con (ma soprattutto a far parlare di sé) le persone che incontra. Incontri in camere di ostello, intorno al tavolo di un bar, di fianco a un campo coltivato: una galleria che comprende pellegrini, turisti, albergatori, pacate signore galiziane ed irruenti ventenni, ma anche asini al sole e cani a passeggio, tutti a modo loro sulla via per Santiago.
Enrica Mambretti è una veterinaria, innamorata del Cammino di Santiago de Compostela, al quale ha dedicato il suo primo romanzo, In cammino verso Santiago (Bellavite Editore, 2014). Paso doble sul Cammino di Santiago è il suo secondo libro sulla rotta giacobea.

 

Edizioni BellaVite - acquista on line: >>>

Riccardo Latini: Requiem del Pellegrino
incontri e silenzi lungo i cammini d'Europa

Questa non è la mia storia o un entusiastico racconto di viaggio, di quelli che sempre più spesso affollano gli scaffali.
Sono passati tredici anni da quando mi misi per la prima volta in viaggio sul Cammino di Santiago, tredici anni e il cerchio ormai si è chiuso, ma forse le domande sono rimaste ancora quelle di allora.
Ho camminato e pedalato per 18.000 e più chilometri dopo che un calcio violento mi spinse sulla strada, ho attraversato un pezzo d’Europa, partendo più volte anche da casa, verso mete di cui avevo letto e studiato fin da giovane universitario e che rimandavo, distrattamente, ad un genere di viaggi più convenzionali.
Ma perchè da solo? Non ho mai saputo dare una piena risposta a questa domanda, spesso ripetuta fino alla nausea da amici e famigliari.
Come spiegare che sui Cammini, come nella vita, non si è mai soli ma in perenne compagnia di se stessi, della nostra storia, di quello che siamo stati o avremmo voluto essere, di ciò che a volte semplicemente abbiamo paura di vedere.
E' forse questo, in un mondo sempre più frenetico e consumistico, il fascino delle antiche Vie, sentieri imboccatti per le più svariate ragioni, ma capaci di farci riscoprire noi stessi per poi saper condividere la nostra esperienza con gli altri.

Per acquisto on-line clicca qui: >>>

STORIE IN CAMMINO
Esperienze e testimonianze di pellegrini e viandanti

AUTORI VARI
Con scritti di (in ordine alfabetico): Manuela Del Fabbro, Agostino Guerrini, Alice Maruelli, Lucia Masciopinto, Antonio Noto, Michele Pianeselli, Oriano Rinaldo, Alberto Rodante, Angela Selvaggia Pellegrina, Lisa Stybor e Francesco Urso. (a cura di Lilia Urso)

Dopo le testimonianze di sincronicità raccolte nel 2016 nel volume Quando il cammino trascende, abbiamo voluto continuare ancora nel 2017 a richiedere ulteriori riflessioni, un po’ perché siamo convinti che non è facile raggiungere l’immenso universo di camminatori nonostante l’inflazione dei nuovi mezzi di comunicazione, e, poi, anche perché molto spesso, in parecchi pellegrini ci sono delle resistenze ad ammettere l’esperienza limite dell’incontro con l’inspiegabile e col mistero delle cose, che pur accadono a tantissimi camminatori.
Con le tredici testimonianze di questo volume siamo riusciti sicuramente solo in minima parte a percepire e mettere nero su bianco quanto di magico accade in cammino. Questa volta, a differenza di alcuni casi di anonimato in qualche scritto della precedente esperienza, in cui mettemmo assieme episodi di sincronicità, tutte le testimonianze di quest’altro volume hanno, invece, il nome e cognome autentico di ciascuno dei narratori. La loro collocazione nel territorio è la più diversa, con rappresentanti di diverse regioni italiane, con in più una testimonianza, che ci viene da una pellegrina tedesca, che ha inviato il suo testo in tedesco e in italiano.

per acquisto on-line clicca qui: >>>

Quando il cammino trascende
a cura di Fiorenzo Zerbetto

Francesco Urso Editore

Un racconto insolito del cammino.
28 testimonianze di situazioni vissute da Camminanti e Pellegrini. Pur con caratteristiche diverse, esse si collocano al di fuori di ogni logica probabilistica e aprono riflessioni su dimensioni, stati d’animo e accadimenti oltre l’ordinario.

Per acquisto on-line, Clicca qui: >>>

ANGELA SERACCHIOLI: Compagne di Cammino
La vera amicizia
 non richiede che si sia uguali, lascia l’altro libero di essere come è. 
Non coinvolgendo la sfera fisica, non conosce il rischio dell’attaccamento o del senso del possesso e si nutre, nutrendo l’altro, di affetto e condivisione, dell’esserci per l’altro. Se poi l’amicizia è quella fra due pellegrine che percorrono i sentieri del mondo assieme, ogni passo diviene storia comune creando un legame profondo che va oltre la stessa vita in quell’eternità del presente di ogni passo."…scrivo questo libro per gratitudine, perché incontrare il proprio compagno di cammino è un dono del Cielo di cui essere immensamente grati."
Scrivo per chi lo ha già un compagno di passi e, forse, dà per scontata questa immensa fortuna.
Racconto, spezzoni di tempo condiviso, per chi non ha ancora con chi condividerlo. 

Verdechiaro edizioni - acquista direttamente >>>

Editoria libri - pagina 6
il camminio di Santiago - filmati
in libreria - pubblicazioni
seleziona pagina
8
9
Per segnalare su questo sito, pubblicazioni interessanti sui cammini in generale (guide, racconti, raccolte fotografiche ecc.), cliccare su "contatti" e allegare alla mail una breve descrizione della pubblicazione ed eventuali riferimenti a siti internet.

Questo sito non ha fini di lucro e non fa uso di cookie di profilazione, ma è possiblile che utilizzi dei cookie tecnici e di terze parti per garantire una miglior esperienza di navigazione. Proseguendo nella navigazione del sito, si acconsente all'utilizzo degli stessi. I cookie sono minuscoli file che, a seconda del sito che si sta visitando, vengono memorizzati nel proprio computer dal programma di navigazione internet che si sta utilizzando (Chrome, FireFox, Internet Explorer, ecc.) e vi rimangono per un periodo di tempo indefinito. Ciò permette di salvare le impostazioni e preferenze e di conseguenza ricordare i dati di login per facilitare la ricerca. I cookie però, a tutela della propria PRIVACY, si possono cancellare e/o disabilitare seguendo le informazioni inserite nelle funzioni avanzate del programma (browser) utilizzato per navigare e fare le ricerche in internet. Tutti i loghi, nomi e marchi commerciali e le immagini riprodotte in questo sito sono dei rispettivi proprietari
> webmaster: Oriano Rinaldo - www.pellegrinibelluno.it <

web counter